Verso la vita e altre storie

la parola

LE PROMESSE DELLA VITA SONO NELLE PREMESE

Queste scritture vi appariranno ostiche, invece, sono matriostiche.

Gli scritti “per Damasco” sono stazioni che raggiunto percorrendo le mie emozioni. Scrivo, quindi, perché sento. Solo dopo conosco. Non quanto basta ma a dirla con Dante: non di men rimossa ogni menzogna tutta tua vision fa manifesta e lascia pur grattar dove è la rogna.

Le ragioni del viaggio     Quelle del sasso      Uno spirito guida

“Per Damasco”, chi?      In arte nella parte     Memorie

Lo spirito saulino e quello vitaliano: confronti.

Dove l’amore per la vita     Lettere a Francesco

Il pensiero  culturale  e  lo  spirituale

 

POSTATE OGGI

Immagine, Somiglianza, Origine.

“La stanza del Vescovo”

Perchè ridi, Socrate?

Necessità di nuove culle per le menti a metà

Non perché offeso dalle tue parole

 

POSTATE IERI

Coccole, o bisogno di confronti?

Le vie del potere

Non sono mai stato orfano

Quando è crollata la diga del Vaiont

Le brevi

 

CHI AMA E’ UN PO’ PERSO PERCHE’ SENTE L’UNIVERSO.

Quando ho scritto queste lettere la mia cultura religiosa (anche se saltuariamente praticata) era canonica: non più. Non perché la nego in toto, ma perché ho collocato la mia fiducia sulla vita (comunque iniziata) nel Principio di ogni principio. Certo, lo immagino, quel Principio, tuttavia, non vivo nessuna con_fusione fra quello che immagino e quello che effettivamentee conosco.

 

Lettera al cattedratico

Il viaggio riassunto

I principi della vita

I principi dello Spirito

L’Oltre

I percorsi nell’Oltre

Storie di medianita’

Nella ricerca di consapevolezza

Non per ultimo ringrazio

ilcuore

Ricordo che la schermata si può ingrandire tenendo premuto Ctrl  e azionando la rotellina del mouse. Si torna alla pagina precedente pulsando su l’immagine alla fine. Dove non c’è un’immagine, sul sottostante spazio bianco.

perdamasco@libero.it