Immobile, o Mobile?

Nello scritto “Dio esiste nel pianto di un bambino”, sostengo che è Motore. Come Motore, l’hanno detto “Immobile”. L’unica vita immobile che conosco, è quella dei sassi! Che forse, Dio, è un Sommo Sasso? Se non lo è, allora, non può essere che Mobile! Il come sia Mobile è al di fuori della mia conoscenza, come, credo, al di fuori della conoscenza di chi l’ha detto Immobile. Tuttavia, un’ideuzza c’è l’avrei!

Se ammettiamo, che, vita, sia corrispondenza di stati fra Natura, Cultura e Spirito, quello che è della Somiglianza non può non essere dell’Immagine della vita. Se ammettiamo che la vita divina è somma, somma sarà la corrispondenza dei suoi stati. Il che vuol dire, che la Sua trinità, si congiunge nell’unità. Si congiunge al punto da diventare Immobile? Per quello che se so, potrebbe anche essere, ma, se è vita, non può essere.

Ora, immaginiamoLo come Cuore della vita. In noi, in ragione delle condizioni fisico – psichiche, il cuore pulsa un tanto al minuto. Adesso, quel cuore, (il divino), immaginiamolo come l’hanno sempre definito: eterno. Pulserà, quindi, secondo quel tempo. Allora, è Motore immobile, o siamo noi che definiamo Immobile, quello che, Mobile, non possiamo vedere come neanche immaginare?

afinedue