Gli venga un accidenti al Romanticismo!

Come privatista, ho ottenuto la licenza media in una scuola della provincia di Verona. Non mi ricordo in che età. Di certo, barbuta! L’esaminante, che non sapeva trattenere l’ allegria davanti a sto’ alunno, in ciclo da carampana, mi dice: parli del Foscolo! Apriti cielo! Alzo gli occhi al soffitto, mi faccio cadere le braccia, e, in perfetto padano, rispondo: Oh, signur! El Foscolo! El pianxe su l’isola! El pianxe su so’ mare! El pianxe su le are! Insoma! El pianxe sempre! Non ci crederete, ma sono stato promosso con Distinto. E, te credo! Quando mai ghera capità na roba del genere!

Scenografie e regie a parte, il mio fastidio per il Romanticismo nasce da quell’epoca. Nulla di scientifico, sia chiaro: è tutto viscerale! Mi è viscerale il fastidio per i Romantici, troppo presi dai loro pensieri, per non vergognarsi di farsi mantenere dalle mogli, e trascurare i figli! Mi è viscerale il fastidio per i Romantici in piedi su gli scogli di fronte ai marosi della vita ma capaci di perdersi in un bicchier d’acqua! Ma, soprattutto, mi è viscerale il fastidio per i Romantici, per l’esempio di giustificata evasione che offrono ai Crescenti; Crescenti che impareranno a loro spese, che per i colpi della vita, il Romanticismo è barriera di coccio! E, i giovani che si sono appellati a quella barriera, al crollo del Coccio, dal Romanticismo passano allo Scetticismo; dallo Scetticismo, al Cinismo; dal Cinismo anche ad un Nulla senza alcuna potenzialità di vita, se, non si affrettano ad aggrapparsi a quel salvagente da artistiche perdite di tempo che è il Reale; reale come conoscenza del proprio mondo, reale come conoscenza del Mondo.

Il Romanticismo, lo abbiamo beccato tutti! Come la Scarlattina! Per fortuna, il romanticismo_scarlattina, lo becchiamo da giovani! E’ noto infatti, che il Romanticismo beccato a più avanzata età, come la Scarlattina può essere invalidante! Può anche essere mortale! Ho riletto i pianti sulle Are del Foscolo, e la sua voglia di essere eternato si è congiunta con la mia voglia di non essere uno sparito; e, nel Foscolo ragazzo, ho scoperto il Foscolo uomo. Non dover rifare gli esami qualche volta è un peccato!

afinedue