La vita al primo atto e nei seguenti

Lo stesore della Genesi racconta che Dio originò la madre di tutti i viventi, (Eva), con il concorso di una costola del nato dalla terra: Adamo. Secondo me, Dio usò una parte della terra Adamo per creare la parte Eva, allo scopo di mostrare al Suo scrivano che al momento della Creazione è succeduto quello dell’Evoluzione. Se non ammettiamo limiti alla Sua potenza, infatti, non vedo quale altro senso divino abbia avuto quell’osso. Al più, vedo il senso umano che ne ha tratto Adamo: il diritto di potere su Eva.

L’evoluzionismo esclude l’intervento di Dio. Concordo con l’evoluzionismo quando non riconosce l’intervento personale di Dio. A mio vedere lo è solo nel fiat creante. Non sono d’accordo, invece, se dall’evoluzione esclude la perpetuante presenza della Sua volontà. Il creazionismo e l’evoluzionismo, a mio vedere sono due aule della stessa scuola: la vita al primo atto, e la vita nei seguenti.

ps. Le opinioni espresse negli anni successivi sono meno religiose di queste. Non per questo ho cambiato idee.

afinedue