L’amor Cortese: amor di amare.

Mentre ripensavo ad alcuni fra vostri scritti, alcuni stupendi (non occorre che ne citi gli autori, lo sanno benissimo come lo sanno chi li legge) mi è venuto in mente l’Amor Cortese.

Era un amore sublimale. Nella Signora, non potendola amare compiutamente, ne amavano, l’idea del loro amore: amavano, in definitiva, l’amor di amare.

L’amor di amare non ha bisogno di identità sessuale. Per questo motivo, è possibile amore dello schermo, anche per ogni più pervertita devianza. Non per ultimo, per infelici in amare, per infelici in amore. Tuttavia, quando ripercorriamo quelle storie d’amore, non pensiamo se chi le ha scritte o motivate, era o non era motivo di scandalo. Ne godiamo la bellezza che ci ha dato, e lasciamo al suo cuore, le sue verità.

nord