Vaglielo a dire, tu, che non è vero!

Il Vaticano è (o quanto meno si reputa a livello spirituale) lo Stato della Parola, e, quindi, lo Stato di tutti gli stati: vuoi umani, vuoi sociali. Dal suo punto di vista, pertanto, non solo non vi è ingerenza nella cultura laica di altri Stati, (umani e sociali) ma è obbligato ad essere ingerente.

Ma, il possesso della Parola, non dovrebbe rendere liberi?

nord