Caro pabloz, non perché mi sono sentito offeso dalle tue parole…

Caro pabloz, non perché mi sono sentito offeso dalle tue parole non ho terminato di leggere il tuo provocatorio post, (come neanche quello dell’Intervenuta) ma perché, secondo me, tutti quelli che parlano di Dio, straparlano. L’unica vera opinione che i credenti dovrebbero avere di Dio, è, che è! Punto! Tutto il resto, è un castello di palle che solo el Segnor lo sa, ma che ha detto con un solo nome: Padre! Punto! Come ti dicevo nel commento che ti ho lasciato prima di pensare al Pesce, il problema è l’uomo, non, Dio. Completo il mio pensiero adesso, dicendoti che i laici, ed i credenti che sanno distinguere quello che è di Dio da quello che è di Cesare, dovrebbero opporsi, non al pensiero di Dio, ma al pensiero dell’uomo su Dio. E mica per anticlericalismo, sai, ma per disintossicare il clero dalle eccessive dosi di alcol, altro nome dello Spirito, che stanno assumendo sino a delirarne.

Trovo più che giusta la Chiesa che non transige sui principi, ma trovo vaneggiante la chiesa, che non sa distinguere fra principi, e attuazione dei principi. La chiesa che non libera le coscienze, nega integrità, all’Uomo, e solo ne fa, un capro (quando non un capretto) da mettere sotto. Opinione che non risulta alle povere pecorelle, ovviamente, ma, non si sa mai, perché confido in Dio: chiunque e qualunque Cosa sia!

Non pongo la mia fede sui dettagli!

afinedue