Certo, Marco. Alla domenica sono libera tutto il giorno.

Sto leggendo il giornale. Sulla panchina di fronte si siedono un uomo ed una donna. Dell’Est. Lei è sulla trentina. Per il resto c’è poco. In quello che vedo. Lui è un filibustiere. So quello che dico. Li ho desiderati. Anche amati. Non capisco quello che si dicono. Sembra una sorta di elencazione delle difficoltà. Lei elenca. Lui sa. Ad un certo punto, la ragazza si arma di telefonino e chiama. “Certo, Marco (tutta cara la voce) alla domenica sono libera tutto il giorno. Possiamo prendere un caffè e parlare.” Saluta e chiude. Girandosi verso l’accompagnatore fa il gesto che significa: hai visto? Che ci vuole?!

Povere donne. Poveri uomini. Povero me che non penso mai hai cazzi miei!

afinedue