Le promesse della vita sono nelle premesse

Ho conosciuto il Giorno, ed ho conosciuto la Notte. Non pochi, ho conosciuto, di quelli della Notte. Quindi, per questa specie di diploma, (grande maestra di vita, la notte) consentimi estrema franchezza. In quelli della Notte, non esiste amore, se per amore intendiamo la comunione di vita e di vitalità di due esseri. E’ ben vero che questo esiste anche fra quelli del Giorno. Dove la cartina di tornasole che dice se vi è e quanto vi è amore? Direi, nell’assenza del dolore esistenziale per la presenza del bene esistenziale. La tua testimonianza è un groviglio di inscindibili emozioni di dolore. E, dunque? Sia nel Giorno che nella Notte esiste la passione: anche fortissima, anche assoluta, anche esclusiva. E’ un amore, la passione? No. E’ un amare. Si basa, sulla comunione di vita, quell’amare? Dipende, appunto, da cosa si intende per vita, e se alla luce del Giorno, o se nei chiaro scuri della Notte. Amore, è sentimento per la vita altra. Amare, è l’insieme di atti e di fatti che strutturano quel sentimento. Leggo del tuo crollo. Leggo il tuo disincanto. Ci leggo, inoltre, una lezione che la vita sta dando alla tua, dicendoti: le promesse della vita sono nelle premesse. Lo stesso vale per le promesse dell’amore: sono nelle premesse. Ciao

afinedue