Nella notte trovo una ragazza seduta sul marciapiede.

Con lei, una sua amica, ed un giovane nordafricano: per inciso, molto carino.Mi avvicino per vedere se posso fare qualcosa! La ragazza che stava male, (apparentemente male, ho capito dopo), si alza di scatto, e si rivolta contro di me, che, preoccupato, gli stavo davanti. Ma il giovane immobilizza la ragazza e la tiene ferma! Verso di quello, divincolandosi, la ragazza urla: lasciami, lasciami! Il ragazzo mi sorride e non molla la presa! Me ne vado dicendo all’amica della ragazza: hai visto? L’amore guarisce tutto! Solo dopo, riflettendo su tutta la storia, mi sono accorto che tutto l’ambaradan di malessere di quella ragazza poteva nascondere un’aggressione, o fine a sé stessa, o, a scopo di rapina, oppure, come dimostrazione (verso quel ragazzo) che la ragazza non gli era di meno. Ciò significa che l’amore non guarisce tutto? No. Ciò significa che, per guarire la vita, l’amore, può prendere le strade più inaspettate.

nord