Cortese magistrato, signora Forleo.

Le lacrime di una donna, a me fanno sempre tenerezza, anche se non da oggi so che vengono usate per scardinare la prosopopea maschile: idea che a me, povero Finocchio, fa ridere non poco. Ciò che mi fa amare la donna però, (a torto o a ragione, i Finocchi, nella donna che piange vedono sempre la Madre) mi irrita nel Magistrato. Sarà anche perché non amo l’autorità quando è femmina forte, nè quando è maschio debole.

afinedue