Notti ed amori: storiella un po’ ridicola.

Dove lavoro, ci sono dei condomini senegalesi. Per quel poco che sono giunto a capire di quelli che conosco, fra gli africani, sono i più leggeri. Leggeri, nel senso che tendono a cogliere di più quello che è nella superficie delle cose. Questo, naturalmente, non vuol dire che, al caso, non sappiano cogliere anche il profondo. Giravo di notte, ieri, quando qualcuno mi chiama: è uno di loro. Sono le tre. Ci salutiamo. Parla molto bene l’italiano. Mi dice che gli sta andando buca con una puttana. Perché, gli chiedo? Non vuol venire con me per dieci euro, mi risponde. Per dieci euro, gli obietto, dove cavolo la trovi una donna per la pecorina dei tuoi sogni! Ma, ho solo quelli, e a quest’ora, abbassano i prezzi! Si va beh, ma dieci euro, è più o meno quello che prende una donna a servizio di ben altre rogne! Lo sa. Ride. Facciamo così, gli dico. Me ne dai cinque, e ti servo io. Ma, tu non hai mica la figa, mi dice! E che cavolo, gli rispondo, per cinque euro, non vorrai mica trovare anche la figa, vero?! Come sanno ridere bene, i senegalesi. E’ proprio, come non sapessero che cos’è “scandalo”.

afinedue