Più chiaro di così non si poteva dire, caro Kalù…

… tuttavia c’è più di un qualcosa che non mi convince in questa storia di un Berlusconi assatanato di mona. Ad un uomo che si è chiavato uno Stato, che vuoi che gliene freghi di una e/o più fighe, se non come pietre preziose ( e graziose ) da incastonare nella sua corona di potere e virile? Opzione, certamente degna di un potente da puttanai più che di uno statista, ma, a parte lui, dubito molto sul fatto che lo si possa prendere per statista, se non, appunto, del suo Stato. Il che, è riflessa immagine, direi, di chi lo ha votato, appunto per poter essergli “compagno di letto” e/o di puttanaio, se non per altro, almeno per delega. Ci fosse ancora la Merlin!

afinedue