Pensierino della notte.

Si può dire droga, tutto quello che fissa l’arbitrio. Da quella prigionia, quale, la fuga dell’arbitrio? Direi, nella scelta di assumere la droga che non impedisce l’arresto del nostro bisogno di dipendere.  Si chiama discernimento: esiste da sempre e nella giusta dose non fa male, però, non è psicotropo.

afinedue