Caro governo ti scrivo un po’

Non sono un tecnico e né un economista, quindi, propongo a braccio.
Il finanziamento ai partiti sia depositato alla Banca d’Italia.
Gli amministatori dei partiti agiscono come quelli condominiali; presentano preventivo e riscuotono in ragione di pezza d’appoggio. Gli amministratori di ogni partito devono avere un consiglio fatto da rappresentanti di tutti i partiti; questi devono avere funzione di controllo di spesa e presa d’atto sull’uso di quanto speso e se speso per delle date finalità e/o necessità. Dato l’incarico e per la presenza di testimoni di altre correnti politica e/o partiti, il Consiglio finirà con l’assumere la figura di controllore controllato. Se effettivamente attuabile (questa idea) i partiti che la rifiuteranno dimostreranno più che chiaramente di avere scheletri nell’armadio e/o di non poterli e/o volerli seppellire.

rosaquattro

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...