Eppure la vita ci parla!

Può essere come dici, ma, potrebbe anche non essere così. Potrebbe essere, anche, che non sai ascoltare, quando la vita ti “parla”! Non ricordo se ti sei detta una credente, ma, giusto per amor di tesi, ti reputerò tale. Come credente, sai che la vita, ha due piani di vita. Nel piano superiore, è collocata (o meglio, abbiamo collocato) l’Entità creante. Se ammettiamo che quest’Entità creante sia vita, necessariamente ha “parola”. La parola, è l’emozione della vita che dice sé stessa. Siccome è il Principio che ha originato il suo principio, quale parola può dire quest’Entità? Direi che può dire se stessa. Quindi, essendo vita, la sua parola è: vita! E la vita è! [Detta e finita, questa è la Genesi “per Damasco”] In quanto Prima vita, è un principio assoluto. Chi è principio assoluto, non può dire nulla, di non assoluto. Pertanto, vita, è l’unica Parola di quel Principio! E adesso, scendiamo su questo piano di vita! Anche qui, tu dici, la vita è quello che sopra affermi! Potrebbe essere, ma, a mio avviso, così non è. Su questo piano di vita, molte le emozioni, e di conseguenza, molte le parole. Fra tante parole, quali, quelle del nostro principio di vita? Fondamentalmente, sono tre: depressione, esaltazione, pace! Depressione, quando, per eccesso o difetto di informazioni, sbagliamo contro il Corpo. Esaltazione, quando, per eccesso di informazioni, sbagliamo contro la Mente. Pace, quando vi è corrispondente incontro, fra le emozioni del Corpo e quelle della Mente. Vita, è stato di infiniti stati, della relazione di corrispondenza fra Corpo, Mente e Spirito. Lo Spirito, è la forza della vita, che si origina, giusta, in ragione del Bene nel Corpo, e del Vero nella Mente. In ragione dell’infinita dinamicità dei rapporti emozionali nel mondo personale, che si pone in relazione con le infinite dinamicità del mondo esteriore, direi che le parole che ci dice la vita sono infinite, altro, che la “muta” che dici! Mi piace, l’idea di vederti come una badante che assiste la vita, ormai vecchierella. Mi fa tenerezza! Ma, per i modi sopra esposti, mi risulta che sia la vita, ad assistere te, non, il contrario! Siccome ha non poco e non pochi da assistere, delega il compito ad un’altra badante: il discernimento! Non dirmi che non l’hai mai ascoltato, vero?! E, se l’hai ascoltato, come fai a dire che la vita è muta? Infine, solo gli animali, dici, sono solamente vivi. Se ne accompagni uno al macello potrebbe venirti l’idea, che sappiano di esserlo. Quindi, forse, neanche loro, sono solamente vivi.
rosaquattro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...