Sessualità della Natura, nella Cultura corrispondente alla vita secondo Spirito.

Per ciò che è il Bene della Natura, il Vero della Cultura ed il Giusto della vita, lo Spirito, essendo calibro della Natura che forma, arbitro della forza che concede e giudice della vita che ha dato, è maestro. Lo stato Umano per lo stato Sociale nello stato Spirituale, allora, non può essere educato che da canoni che rispettino la trinitaria – unità della Persona.

In ragione della trinitaria unità della persona e secondo la guida del suo Spirito di vita si evidenzia che la sessualità della Personalità umana, sociale e spirituale è data dai principi di vita cui si corrisponde sia in se che con altre Personalità a se corrispondenti. Da ciò ne proviene che la distinzione sessuale della Natura non è data in ragione del soggetto Etero o Omo genitalmente scelto per la vitale corrispondenza ma secondo principi che sono eterosessuali se si corrisponde secondo finalità di comunione per la vita e con la Vita e sono 0mosessuali se si corrisponde secondo finalità della sola perpetuazione dell’individuale se. Per quanto sostengo:

Eterosessuale:

è la Personalità naturale – culturale – spirituale, che si allea con corrispondenti umanità, onde, nella propria, perseguire il Principio della vita: vita, in tutti gli stati per quanto sa, vuole, e/o può.

Omosessuale:

è la Personalità naturale – culturale – spirituale, che indipendentemente dalla genialità della Personalità sessuale scelta per il proprio completamento, si allea con corrispondenti umanità onde perseguire la propria, e per quanto sa, (vuole e/o può) perseguire il Principio della vita: vita, in tutti gli stati.

Per altro:

chi nega e/o abnega la personale l’identità sessuale, sta nello Spirito della Vita secondo lo stato di spirito dato dalla vita propria in quella sociale.

luceinfine

Ritorno al Menu precedente