Qual piuma al vento la stima di noi stessi.

Mi sono svegliato dopo due ore di sonno e non ne ho più Che fare? Eliminare i “pori morti” dalla mia pagina FaceBook, ad esempio. Fatto! Considero “pori morti” i social-amici che non danno niente che mi possa migliorare. Fra questi, caso ultimo, un tal Alessio di Verona. Lo conosco personalmente. L’ho considerato un amico, non tanto perché valesse la stima (rari i vissuti in comune) ma perché ho profonda comunione affettiva (lo sappiano o no) con quelli soggetti a pesanti croci in famiglia. Brutta cosa la cultura cristiana quando rende ipocriti sia pure per le migliori intenzioni! Cosa fatta, per capo ha avuto questo. Gli mando un commento. Alza grandi lai di protesta: dice che l’ho offeso profondamente. Prego?! Dalla lettura della sua risposta a me, noto che non gli passa neanche per la testa un’altra possibilità, e cioè, che non l’abbia profondamente capito. Sostiene inutile proseguire i discorsi. Gli dico solo che non ho mai pensato quello che mi addebita, e poi lo tolgo dal Campo Santo dove lascio i Vivi. Trovo altresì inutile, dirgli che in vero sta addebitando a me, la poca stima che prova per sé. Non sempre ci arriviamo, lo so! Ho fatto anch’io quell’errore. Non più. Lui, ancora. Auguri!

luceinfineRitorno al Menu precedente