Caro Francesco: da quello che si racconta

Dio ha messo Giobbe in tentazione, ma l’ha fatto per vedere se superava una prova.

Per come la vedo, il “non ci mettere in tentazione” detto nel Padre Nostro, più che della presenza di Satana, dimostra che i cristiani temono di non avere la pazienza di Giobbe.

Fra i credenti, l’Islam dimostra di averne di più.

Non quando usa i matiri.

afinedue