Accidenti! Prima di postare dovrei contare almeno sino al 333!

A proposito del post,

https://perdamascoinblog.com/2018/12/16/chi-giudica-chi-nel-giudizio-universale-del-michelangelo-su-quellarte-sostengo-questa-parte/

questa mattina mi sono accorto di un possibile scivolone. Diversamente da quanto pensato, alla destra del Cristo, ma scostato verso il basso (a livello simbolico molto rivelatrice quella scelta) il Michelangelo c’è. Lo vedo nella figura maschile che par opporsi a quella vecchia che si ritrova di fronte; vecchia, che rispetto a Cristo vuol saperne, leggi alla mano, “un piatto più della minestra”.  La presenza del Michelangelo è accompagnata dalla figura di un giovane (il possibile e storico amante?) il papa committente (penso) e da una figura maschile che si cela – (si ritrae, si difende?) ponendosi dietro la testa del giovane.  Si difende da un malevole giudizio? Non so, però, m’ha dato da pensare questo: il Michelangelo potrebbe aver dipinto una “velata”. Indipendentemente dagli infiniti perché, nel mondo in Lgbt si dicono “velate” le omosessualità che ci sono e non ci sono anche se molto fanno.

amanogrande