L’Autore

Mentre si vive sè stessi la vita ti da di che vivere te stesso

Sarà anche perché si conosce meglio il proprio simile

Mi hanno detto

I sensi iniziali

Sono partito dal mio bianco

Cammini

Il peccato non è in cosa si ama

La mia strada “per Damasco” all’inizio

I miei studi

Sino ad ora

La ragione del silenzio

Giusto per la cronaca

La grazia divina

L’idea che seguo

I sensi che l’amare

Non credo di essere pericoloso

Reale e ideale

Attribuita al Profeta

Fra maree e marosi

C’è chi scrive e chi de_scrive

A proposito di vita e di percorso

“per Damasco” è il mio viaggio secondo Spirito

Spirito paolino e spirito vitaliano

C’è Penna e penna

Ostici, i miei pensieri? 

Essere, o come essere? Questo è il problema! 

Affrontavo da tormentato la mia scolastica pochezza

Nella mia strada di concupito

Dalla filia all’eresia

All’Amicizia lunga

Per chi chiede il cuore

Vitaliano_”per Damasco”_Vitaliano

Vi presento i miei

Le mie case sotto il cielo

Si narra la sventura di un milite alla ventura

Contessa a Venezia

Me la canto e me la suono

Per Rio BO: tempi e ricordi.

A mio modo contro le tossicodipendenze

Nella mia idea di Paradiso

Caro Futuro

Poesia o anima mia

In una stilla d’universo, il capoverso.

Sentitamente ringrazio

Per una lettura off line

astilografica