L’imbecillità non va in vacanza neanche quando lo è l’imbecille.

frontepost
Una ragione non detta chiaramente potrebbe essere questa: i valenciani (ma ho letto anche di altri località) non sono più in grado di “metabolizzare” il turismo di massa. Sospetto, quindi, che i luoghi massivamente invasi abbiano scelto di difendersi sfoltendo il turismo comunicando paura e la conseguente insicurezza. Naturalmente, hanno cominciato spaventando turisti da minori proteste.
valencia
Ne avrebbero suscitate di maggiori e, a più livelli e condizioni e con maggior eco (sociale, politico e mediatico) se avesso cominciato da discoteche etero. Per come la vedo, quindi, il soggetto di una storia che comunque resta di merda per chi l’ha agita, non è l’omosessualità degli aggrediti: in quel caso (e negli analoghi che certamente capiteranno) inconsapevoli strumenti di una equivoca riduzione del danno da ingestibile frequenza. Su questa mimetizzata e mimetizzante possibilità, il mondo in Lgbt dovrbbe battere un più denunciate chiodo, certamente fuso con della possibile paranoia: malattia che colpisce tutti i derubati della fiducia.

manofronte